El Shaarawy: “Chi l’anti-Juve tra Roma e Milan? Vedremo, è presto per dirlo…”

El Shaarawy: “Chi l’anti-Juve tra Roma e Milan? Vedremo, è presto per dirlo…”

El Shaarawy: “Chi l’anti-Juve tra Roma e Milan? Vedremo, è presto per dirlo…”

chiudi

L’attaccante giallorosso, ex rossonero mai dimenticato dal pubblico di San Siro, ha parlato a due giorni dalla sfida con la squadra di Montella

Stephan El Shaarawy, ala della Roma, ha rilasciato ai microfoni di Sky Sport una lunga intervista a due giorni dalla sfida col Milan, sempre molto particolare per lui, cresciuto in rossonero e talento intoccabile per il club milanese fino a qualche anno fa: “Dopo l’esperienza negativa a Monaco mi serviva una rivincita e l’ho avuta. Abbiamo un gruppo forte, una rosa costruita per raggiungere obiettivi importanti. Partiamo per fare una grande partita e continuiamo con le prossime“.

Spalletti il perfezionista

El Shaarawy ha elogiato il lavoro del proprio tecnico Spalletti: “Cura ogni minimo dettaglio, lavora molto sul particolare, sulla tattica, con i singoli. Lo seguiamo molto e pensiamo che possiamo imparare tanto da lui. Può portarci sulla buona strada. Il mio momento? E’ buono, ho recuperato dall’infortunio e ora sto bene. In questi giorni ci prepareremo al meglio per questa partita molto difficile. Loro hanno entusiasmo, ce la giocheremo alla pari. Siamo a pari punti, queste ultime tre gare diranno molto sul campionato e sulla crescita della Roma. In cosa siamo superiori? Dovremo dimostrarlo sul campo e non a parole. Siamo a pari punti, le forze si equivalgono. Dovremo entrare determinati, poi dipenderà dagli episodi. Sarà una gara equilibrata e dovremo stare sul pezzo“.

Anti-Juve

Le due seconde in classifica sembrerebbero sfidarsi per il ruolo di anti-Juventus. El Shaarawy però non è convinto: “Credo sia presto per dirlo, dobbiamo pensare al percorso della Roma e a fare più punti possibile prima della sosta natalizia. Poi vedremo. Nazionale? Spero di tornarci, ho sempre detto di avere a cuore la maglia azzurra, sono stato sempre nel gruppo della Nazionale. Non ho parlato con Ventura, ma mi hanno fatto piacere le sue parole sul ritorno a marzo. Se ci manca lo stadio pieno? Certamente. L’affetto dei tifosi è fondamentale, anche se non c’era la curva al derby vedere più di quattromila persone al Tre Fontane è stata un’emozione incredibile. Riempire lo stadio ci darebbe tanta forza“.

Stephan El Shaarawy

Stephan El Shaarawy