Doppio Higuain, poi Pjanic. Il derby è bianconero: la Juve vince 3-1 in rimonta contro un buon Torino

Doppio Higuain, poi Pjanic. Il derby è bianconero: la Juve vince 3-1 in rimonta contro un buon Torino

Doppio Higuain, poi Pjanic. Il derby è bianconero: la Juve vince 3-1 in rimonta contro un buon Torino

chiudi

Inutile la rete iniziale dell’uomo più atteso in maglia granata, Belotti, che illude il popolo torinista salvo doversi arrendere al cinismo bianconero

Come capitato spesso nei derby degli ultimi vent’anni, il Torino pur non demeritando è costretto a piegare la testa dinanzi alla qualità immensa della Juventus. Stavolta a far la differenza sono stati gli oltre 130 milioni spesi per portare in bianconero quest’estate un certo Gonzalo Higuain e Miralem Pjanic. Nulla ha potuto la squadra di Mihajlovic, trascinata dal potenziale “mister 100 milioni” Belotti. Ancora una volta i granata dovranno accontentarsi di complimenti e nulla più. Per la Juve invece arriva una vittoria che porta con sé tre punti fondamentali, in vista dello scontro tra le due seconde Roma e Milan, che adesso non potranno assoluamente sbagliare nel posticipo di domani sera.

Pipita decisivo

Gara dal grande contenuto agonistico fin dai primi minuti. Inizia meglio la Juve, che in più occasioni sembra poter trovare la rete dell’1-0, ma non vi riesce complice un Hart in grande condizione. Col passare dei minuti il Torino di Mihajlovic prende però campo, trovando il vantaggio al 16′ minuto con l’uomo più atteso, il ‘Gallo’ Belotti, abile a tuffarsi su un cross di Baselli anticipando Lichtsteiner e mettendo la sfera dove Buffon nulla può. Uno a zero e gara di sofferenza per i bianconeri, che reagiscono però con discreta energia e trovano il pareggio al 28′. Lo firma Higuain, servito solo davanti a Hart da un tacco involontario di Mandzukic: per il Pipita è un gioco da ragazzi superare l’estremo difensore granata con un colpo sotto. Nella ripresa aumenta la pressione granata, la gara rimane aperta e sono anzi proprio i padroni di casa ad andare più vicini al goal del 2-1 con Benassi e Ljajic. Ma quando la rete degli uomini di Mihajlovc sembra nell’aria, dal nulla Higuain sfodera un capolavoro dei suoi: controllo spalle alla porta, appoggio su Barreca e destro secco in un centesimo di secondo che fulmina un incolpevole Hart. Prova a reagire con grande cuore il Torino, ma ancora una volta la caparbietà non basta, e anzi nel finale Pjanic, entrato da pochi minuti, riesce a superare Hart dopo una serie di batti e ribatti e di interventi miracolosi del portiere inglese. Finisce 2-1, decide l’uomo più atteso. Mihajlovic può uscire a testa alta, ma con zero punti. Basterà per accontentare il popolo granata?

Juventus

Juventus